Settimana post ferragosto e volumi in ulteriore calo per i listini mondiali. Poche anche le notizie di rilievo, dopo la ripresa dei colloqui USA-Cina e l’ufficialità ( ampiamente scontata) della candidatura democratica a Biden per le presidenziali USA, restano ben poche le news importanti, segnaliamo solamente il caso Navalny in Russia e le accuse della sorella di Trump al fratello Presidente. Purtroppo a tenere banco sono i continui incrementi di casi di contagio di coronavirus in tutti i paesi, incrementi causati anche da un maggior numero di tamponi effettuati ai turisti che rientrano in patria dopo le vacanze estive. Numeri importanti in Francia, Germania e Spagna, ma numeri in ulteriore rialzo anche in Italia. Vero che sono in maggioranza casi asintomatici e che le terapie intensive rimangono in prevalenza vuote, ma il pensiero và al fatto che molte persone non si sono mosse da casa per le vacanze e pertanto il numero degli asintomatici potrebbe essere ancora molto sottovalutato…. con tutte le conseguenze del caso. Sarà fondamentale da parte di tutti prendere realmente coscienza della pericolosità del virus e attuare tutti gli accorgimenti affinchè non si propaghi nuovamente il contagio che porterebbe invitabilmente ad una nuova paralisi economica globale.

Settimana difficile per Piazza Affari ( – 1.66% e saldo 2020 a – 16.21%) che risulta essere il peggiore sia a livello settimanale che annuale.

Certamente è il listino che piu di tutti paga la stagionalità in quanto la settimana dopo Ferragosto è quella dove in pratica tutti gli italiani sono in ferie. Già da lunedi si dovrebbero rivedere volumi in leggero aumento anche se cio non necessariamente comporterà un rialzo sui listini. Troppe le variabili ancora presenti per poter vedere una direzionalità decisa. Rimane importante il recupero del livello di supporto e la lower shadow potrebbe dare un minimo di fiducia. Importante anche il fatto di non essere scesi sotto il minimo della ottava precedente, anche se non dobbiamo illuderci oltre misura dati i bassi volumi. Primo supporto si dovesse scendere sarà il livello dei 19mila punti mentre la prima resistenza saranno nuovamente i 20mila punti.

Analisi Tecnica Ftse-Mib Settimanale al 23/08/2020
Analisi Tecnica Ftse-Mib Settimanale al 23/08/2020

Leggermente meglio di Milano ha fatto il DAX

( – 1.05% e saldo 2020 a – 3.65%) che pur disegnando una candela rossa ha testato con successo il supporto dei 12650 e benchè fosse riuscito a riportarsi sopra i 13mila punti non è però riuscito a confermarli in close, chiudendo sotto. Nel complesso però la candela risulta essere inside alla precedente e la si potrebbe leggere come una candela di assestamento prima di un possibile allungo deciso oltre le resistenze, sempre che vi siano notizie che permettano un minimo di ritorno alla fiducia degli investitori.

Analisi Tecnica DAX Settimanale al 23/08/2020
Analisi Tecnica DAX Settimanale al 23/08/2020

Musica diversa a Wall Street dove i listini sono stati positivi ( Dow jones sulla parità) sebbene vadano fatti dei distinguo.

Il miglior listino della settimana è stato il Nasdaq ( + 3.5% e saldo 2020 a + 32.31%) che dopo la titubanza della scorsa ottava al test della resistenza dinamica, in questa ha disegnato una candela verde di decisa forza a spazzare via qualsiasi dubbio ! Adesso la rialzista è diventata supporto e il Nasdaq punta al prossimo numero tondo dei 12mila punti, livello che potrebbe raggiungere anche con relativa facilità se pensiamo che Apple e Tesla nella prossime settimane daranno il via ad uno split azionario e che data la loro salita delle ultime settimane tale operazione potrebbe permettere l’ingresso sul titolo ad una maggiore platea di investitori che finora ne erano rimasti fuori per via dell’elevato prezzo. Settimana scorsa avevamo scritto che S&P500 ( + 0.72% e saldo 2020 a + 5.15%) avrebbe potuto superare i 3400 punti…. la sorte ci ha voluto sbugiardare facendo registrare un massimo su S&P500 a 3399.96 punti, lasciando in ogni caso una bella candela sul grafico con chiusura prossima ai massimi. La resistenza della rialzista per la prossima ottava passerà a 3439, vediamo se la avvicinerà. Rimane sempre il piccolo gap a 3272 che in caso di debolezza potrebbe essere un forte richiamo. Vogliamo segnalare che su questo indice la capitalizzazione delle prime 4 società rappresenta quasi il 20% della intera capitalizzazione del listino, un dato sul quale riflettere. Unico listino che non ha guadagnato a Wall Street è stato il Dow Jones ( – 0.00% e saldo 2020 a – 2.13%) che ha aperto e chiuso la settimana sui livelli di chiusura della ottava precedente, pur presentando una escursione di circa 500 punti essendo sceso quasi a testare i minimi della candela precedente. La resistenza dei 28170 punti ha fatto pesare la sua importanza e con l’avvio dello split di Apple , a causa della diversa modalità di calcolo dell’indice, tale livello dovrebbe rimanere inviolato per qualche tempo….ma il condizionale è d’obbligo sopratutto quando si parla di indici USA.

Nell’augurarvi un buon trading Vi ricordiamo che ci sono ancora dei posti per il corso MAC Trader che si terrà a Firenze il prossimo 26 Settembre e la convenzione stipulata con webank per i nostri clienti Premium.

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.