Nuova settimana all’insegna della debolezza e delle vendite sui listini mondiali, del resto le parole dei governatori di FED e BCE non hanno certo brillato per infondere coraggio sul futuro, le parole ( ed i tweet) di Trump sono state in prevalenza contro la Cina e la possibilità di nuovi dazi oltre a dire che per fine anno avranno(loro per primi) il vaccino. In Francia il governo ha puntato il dito contro il CEO della Sanofi, reo di aver dichiarato che se dovessero riuscire a produrre un vaccino esso sarebbe inviato prima in USA quali maggiori contribuenti alla ricerca. Se poi aggiungiamo che la Norges Bank , il fondo sovrano norvegese, dovrà effettuare un riscatto record di oltre 35 miliardi di euro ( in Italia detiene partecipazioni per oltre 13 miliardi) per contrastare il collasso del paese scandinavo dalle mancate entrate del petrolio ecco che il quadro negativo è completo. In pratica per tutta la settimana siamo stati inondati da un flusso di notizie negative, per cui vedere che le performances della settimana sono state in rosso non ci lascia sorpresi, eppure guardando i grafici non possiamo non notare le lunghe lower shadow delle candele ( maggiormente pronunciate sugli indici USA) ad indicare che a certi livelli i compratori sono tornati a farsi vedere nonostante i volumi siano rimasti ancora sotto la media.

Nonostante non sia stata la maglia nera della settimana, Piazza Affari ( – 3.36% e saldo 2020 a – 28.43%) ha lasciato sul grafico la candela piu brutta.

Vero che come detto nella introduzione è presente una lower shadow e che a differenza di quella del DAX il minimo di questa settimana è rimasto sopra il minimo della candela di fine aprile, vero che i volumi persistono a rimanere costanti e sotto la media, ma dopo l’apertura al di sopra dei 17500 punti era auspicabile che tale livello potesse tenere. Torna ad essere l’area compresa tra 16450 e 16550 il primo livello di supporto, la cui tenuta è fondamentale per evitare un retest dei 16mila punti. Di contro area 17400/17500 è sempre il primo livello di resistenza a cui si deve guardare con il successivo in area 17900/18mila punti. I volumi rimangono sostanzialmente invariati, sarà importante vederne un ritorno per poter trovare la forza di riportarsi sopra le resistenze, ma come scritto in precedenza le news negative in questa settimana sono state molteplici e tutto sommato viene da meravigliarsi per la sostanziale tenuta.

Analisi Tecnica FTSE-Mib Settimanale al 16 maggio 2020
Analisi Tecnica FTSE-Mib Settimanale al 16 maggio 2020

Maglia nera della settimana è stato il DAX (- 4.02% e saldo 2020 a – 21.01%)

Ha aperto anch’esso in gap up come Milano (a differenza degli indici USA che non hanno presentato gap di apertura) per poi salire al test preciso della ribassista e quindi scendere per oltre 800 punti, perdendo anche il minimo della candela di fine aprile, minimo che abbiamo visto invece aver tenuto a Milano, ma recuperando poi nel finale e chiudendo praticamente sul livello di supporto. Questo particolare assieme alla lunga lower shadow ed i volumi in leggero incremento lasciano supporre che il movimento di recupero possa proseguire all’inizio della prossima ottava. Primo ostacolo saranno i 10800 punti e a seguire il DAX incontrerà una forte area di resistenza compresa rta i 10950 punti della ribassista e gli 11050 del livello statico, oltre il quale entrerebbe nuovamente nell’area del gap da chiudere a 11541 punti.

Analisi Tecnica DAX Settimanale al 16 maggio 2020
Analisi Tecnica DAX Settimanale al 16 maggio 2020

Wall Street resta il centro del mondo finanziario, nel bene e nel male.

Come già scritto sopra gli indici USA non hanno aperto la settimana in gap up, hanno visto un ritorno dei volumi quasi in media, hanno avuto lunghe lower shadow, hanno ampiamente recuperato i livelli di supporto in chiusura di ottava. Se in europa vi è il “problema” Norges Bank che vende per fare liquidità necessaria a coprire le mancate entrate del petroilo alla Norvegia, in USA è stato Buffett a liberarsi di molti assett azionari e dopo aver liquidato le sue partecipazioni nelle compagnie aeree è uscito anche quasi del tutto dalla partecipazione in Goldman Sachs ( ha tenuto poco meno di 2 milioni di azioni degli oltre 12 milioni che deteneva a fine 2019) sedendo adesso su oltre 130 miliardi di dollari cash. Nonostante le notizie avverse di questa settimana non è brutta la candela lasciata sul grafico dal Dow Jones ( – 2.65% e saldo 2020 a – 17.01%) che dopo l’open si è portata appena sopra i massimi della scorsa ottava per poi invertire la marcia e scendere sotto i mnimi della candela di fine aprile ( come abbiamo visto anche sul DAX), però poi ha nuovamente girato ed ha recuperato il supporto in area 23400 punti e quindi chiudere oltre i 23650 punti con volumi tornati in media. La prima resistenza è distante ancora circa mille punti per cui pare maggiormente probabile ipotizzare una nuova settimana di assestamento prima di poter eventualmente vedere un attacco a tale livello. Poi magari usciranno finalmente news positive a riportare il sereno tra gli investitori ed allora potremmo anche guardare ad un ritorno oltre i 25mila punti e la chiusura del gap a 25226. Dimostrazione di forza notevole quella del Nasdaq ( – 0.73% e saldo 2020 a + 4.80%) che apre e chiude la settimana in corrispondenza dell’incrocio delle due rialziste con una pronunciata lower shadow che però è rimasta ben al di sopra del minimo della candela precedente , mentre era salito fin verso i 9350 punti. Volumi anche qui in aumento e quasi in media. Decisamente più pacata la candela dell’S&P500 ( – 2.25% e saldo 2020 a – 11.36%) che conferma in sostanza la bontà dei livelli di supporto e resistenza della scorsa ottava, con piccole escursioni sopra e sotto. Rimane valido il supporto dei 2800 punti e solida la resistenza dei 2930 punti , pertanto continueranno ad essere questi i livelli chiave da monitorare per avere il polso della situazione sul più importante indice azionario.

Il nostro canale Telegram ha superato i mille iscritti e, per ringraziare, MAC Trader Vi ha dedicato la promo “Grazie 1000!” con sconti esclusivi!
Buon trading a tutti!

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.