Analisi dei principali mercati al 27 aprile 2019

Settimana densa di eventi quella appena conclusa nonostante le festività:

Il PIL USA è risultato oltre le attese, S&P ha confermato il rating all’Italia, Trump con un tweet (nel quale ha scritto di aver telefonato all’OPEC) ha provocato la caduta del prezzo del petrolio dai massimi, l’inflazione USA non sale e pertanto viene richiesto alla FED di tagliare i tassi, le trimestrali si susseguono con dati contrastanti ma sopratutto un incremento dei volumi.

Piazza Affari è stata la peggiore questa settimana ( – 0.99% saldo 2019 + 18.63%)

…ma c’è da dire che la settimana oltre al lunedi festivo aveva anche la festività del 25 aprile con relativo ponte, per cui nonostante la borsa fosse aperta in pochi hanno operato. Ciò risulta evidente anche guardando i volumi che in questa settimana sono stati in calo rispetto alla scorsa settimana, mentre su tutti gli altri listini i volumi sono stati in aumento. Graficamente non una bella candela, ha aperto sui massimi e poi si è scesi, però è da ricordare che martedì hanno staccato il dividendo alcune aziende del listino principale e in ogni caso alla fine appare una lower shadow e il close è stato poco sotto il livello di supporto. Lunedi saranno staccati pochi dividendi e nessuno del FTSE-MIB ma avremo ancora la festività del primo maggio, pertanto sarà ancora una settimana nella quale si dovrebbero avere volumi sotto la media. Sarà importante confermarsi sopra il supporto dei 21500 punti e possibilmente riportarsi sopra i 21800 per poter riattaccare il livello dei 22mila punti e la resistenza dei 22200 punti. Come scritto nella introduzione, venerdi a mercati chiusi S&P ha confermato il rating dell’Italia e il mercato potrebbe prendere questa notizia con ottica positiva in quanto da più parti si temeva una possibile bocciatura.

Analisi Tecnica FTSE-Mib Settimanale 27/04/2019

Analisi Tecnica FTSE-Mib Settimanale 27/04/2019

Settimana nuovamente positiva per il DAX ( + 0.75% e saldo 2019 a + 16.63%) e volumi in aumento rispetto alla scorsa ottava.

Sfumato il matrimonio tra Deutsche Bank e Commerzbank ( che anche in patria trovava parecchie opposizioni) il listino tedesco non si è fermato ed ha proseguito nel trend rialzista in atto disegnando una buona candela che si è portata sopra la ribassista. La resistenza dei 12500 punti è adesso alla portata e vedremo se e come verrà attaccata. Vista la valenza che tale livello ha avuto in passato è probabile che non sarà passato al primo tentativo ed è possibile che assisteremo ad una fase laterale prima dell’auspicato definitivo allungo oltre tale livello. A livello supportivo abbiamo i 12100 e sotto area 11900, di valenza superiore. Sarà importante la conferma dei volumi nella prossima settimana in vista delle elezioni europee di fine maggio per verificare se l’attuale trend al rialzo possa avere ancora fiato o se invece abbia necessità di una pausa.

Analisi Tecnica DAX Settimanale 27/04/2019

Analisi Tecnica DAX Settimanale 27/04/2019

Settimana di record a Wall Street…

…che registra chiusure sui massimi storici per Nasdaq e S&P500 (in realtà quest’ultimo a settembre aveva registrato un massimo a 2940.91 ma poi chiuse la settimana a 2929.67) mentre il DJ è ancora poco sotto i record avendo pagato alcune trimestrali negative, 3M su tutte. Il dato del PIL sopra le attese potrebbe dare la giusta spinta per una nuova accelerazione ed anche alcune trimestrali molto positive ( segnaliamo Amazon) potrebbero fare da traino. Il Dow Jones ( – 0.06% e saldo 2019 +13.79%) resta in laterale sotto la linea disegnata la scorsa ottava, del resto come detto è un indice di pochi titoli e che viene calcolato sui prezzi e non sulla capitalizzazione pertanto basta un titolo che vada male per risentirne. Rimane in ogni caso a ridosso dei massimi storici e potrebbe bastare poco a passare, ad esempio il 30 aprile a mercati chiusi ci saranno i dati di Apple e se fossero positivi… Molto bene il Nasdaq ( + 1.78% e saldo 2019 a + 23.65%) che chiude anche sopra la rialzista dando un nuovo segnale di forza, confermato dai volumi in netta salita rispetto alle precedenti sedute. l’obiettivo primo adesso è il livello degli 8mila punti mentre il primo supporto è diventato il livello appena superato dei 7700. Bene anche lo S&P500 che disegna una bella candela che chiude sui massimi storici per quanto non sia sul massimo assoluto per un solo punto. Sarà importante verificare la conferma dei volumi a Wall Street in quanto è in corso uno scontro tra Tori e Orsi , tra coloro che non sono nel mercato e temono di entrare sui massimi e coloro che invece vedono ancora possibilità di crescita e salita viste anche molte trimestrali positive e in taluni casi anche incrementi di guidance per l’anno in corso. Negli Stati Uniti iniziano le candidature per le prossime elezioni Presidenziali e pertanto Trump deve cercare di dare linfa a quanto sostenuto nelle precedenti settimane, quindi è probabile che assisteremo ad un bello scontro che si rifletterà su Wall Street, con l’attuale presidente che sostiene una ulteriore salita dei mercati in opposizione allo schieramento opposto che li ritiene allo zenit.

Analisi Tecnica Dow Jones Settimanale 27/04/2019

Analisi Tecnica Dow Jones Settimanale 27/04/2019

Analisi Tecnica Nasdaq Settimanale 27/04/2019

Analisi Tecnica Nasdaq Settimanale 27/04/2019

Analisi Tecnica S&P500 Settimanale 27/04/2019

Analisi Tecnica S&P500 Settimanale 27/04/2019

Buon trading!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Per legge, Mac Trader informa che questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo.

Chiudi