Analisi dei principali mercati al 25 maggio 2019

Analisi dei principali mercati al 25 maggio 2019

Nuova ottava difficile per i mercati finanziari che registrano tutti perdite dopo il nuovo affondo USA verso la Cina.

Il “ban” a huawei , poi sospeso per 90 giorni a seguito di un indiretto messaggio del presidente cinese andato in visita ad un impianto di terre rare, con l’idea di forzare i cinesi a scendere a patti potrebbe rivelarsi un boomerang. Molte aziende USA scrivono al presidente Trump di non irrigidirsi troppo in quanto i danni stanno diventando ingenti e vi sono anche autorevoli studi che stanno confermando che al momento la maggior parte dei dazi imposti alla Cina li stiano in realtà pagando gli importatori USA e di conseguenza i cittadini americani ! Di contro i cinesi iniziano a pressare Apple ( ma di questo a Trump interessa poco in quanto la “mela” non riporta in patria il suo gruzzolo depositato altrove…..) e di conseguenza a cascata l’intero settore tecnologico e a seguire un pò tutto il commercio mondiale. Nella vecchia europa si assiste alla tragicommedia inglese che dopo tre anni dal referendum sulla brexit sono ancora in europa ed hanno già votato per il nuovo parlamento ( in Italia voteremo domenica), mentre il loro primo ministro ha rassegnato le dimissioni dal prossimo 7 giugno.

Piazza Affari affonda nuovamente ( – 3.45% e saldo 2019 a + 11.20%) con l’allargamento dello spread dopo alcune dichiarazioni del governo e le banche in sofferenza.

A fine settimana arrivano alcune rettifiche ed i bancari recuperano parzialmente sul ridimensionamento dello spread BTP/Bund come appare evidente dalla lower shadow che è andata a testare il supporto in area 20200 punti. Di certo anche il massiccio stacco dei dividendi ( valutato in circa 2.5% , pertanto il calo netto dell’indice questa settimana sarebbe circa sotto l’ 1%) di lunedi scorso non ha agevolato il compito del nostro listino principale che attualmente cerca di resistere sulle posizioni. A livello supporti oltre ai 20200 che al momento hanno tenuto troviamo area 20mila e quindi area 19500, mentre a livello resistenze adesso la prima è a 20500 e poi area 21150/21200 punti. Vedremo se l’esito delle elezioni europee porterà ulteriore incertezza ai mercati o se invece dalle urne usciranno dati tali da rassicurare i mercati, mercati che stanno vivendo un fenomenale periodo pieno di incertezze a livello globale.

Analisi Tecnica FTSE-Mib Settimanale al 25 maggio 2019

Analisi Tecnica FTSE-Mib Settimanale al 25 maggio 2019

La settimana difficile viene confermata dal DAX

( – 1.86% e saldo 2019 a + 13.75%) che però pur non riuscendo a salire sopra il massimo della ottava precedente riesce a confermarsi sopra il livello supportivo dei 12mila punti e con volumi sopra la media seppure inferiori a quelli della ottava precedente. Perfetto il test sul supporto statico e dinamico, se riesce a mantenere la rialzista si potrebbe pensare ad una ripresa del trend rialzista con primo target i 12500 punti. In caso contrario sarà area 11600/11500 ad essere il successivo livello supportivo da prendere come riferimento.

Analisi Tecnica DAX Settimanale al 25 maggio 2019

Analisi Tecnica DAX Settimanale al 25 maggio 2019

Terza settimana consecutiva in rosso per gli indici USA con due indici su tre oramai su livello di supporto.

La guerra commerciale scatenata da Trump con quel suo tweet, quando oramai un accordo con la Cina sembrava in dirittura d’arrivo, pare non essere stato molto d’aiuto a Wall Street a cui Trump dice di tenere molto. Il Dow Jones ( – 0.69% e saldo 2019 a + 9.68%) e lo S&P500 ( – 1.17% e saldo 2019 a + 12.73%) hanno testato il livello di supporto su cui hanno leggermente recuperato in chiusura di ottava. Peggio il Nasdaq ( – 2.70% e saldo 2019 a + 15.34%) che si trova ancora un centinaio di punti sopra il livello di supporto. Volumi in USA sotto la media ed è probabile che lo saranno anche nella prossima ottava visto che lunedi Wall Street sarà chiusa per il Memorial Day. Vedremo se i livelli supportivi dei tre maggiori indici USA terranno nella prossima settimana ( area 25400 per il Dow Jones, 7150 per il Nasdaq e 2800 per lo S&P500) o se invece si dovranno cercare altri livelli. Certo che se Trump vuole attendere almeno il G20 di fine giugno prima di trovare un punto di incontro con i cinesi è molto probabile che i mercati esausti della incertezza prendano decisi la via a sud, aiutati anche dalla stagionalità e che pertanto la grande liquidità attuale si trovi in seria difficoltà sul dove andare…….ma attendiamo il prossimo tweet di Mr.President !

Analisi Tecnica Dow Jones Settimanale al 25 maggio 2019

Analisi Tecnica Dow Jones Settimanale al 25 maggio 2019

Analisi Tecnica Nasdaq Settimanale al 25 maggio 2019

Analisi Tecnica Nasdaq Settimanale al 25 maggio 2019

Analisi Tecnica S&P500 Settimanale al 25 maggio 2019

Analisi Tecnica S&P500 Settimanale al 25 maggio 2019

Buon trading!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Per legge, Mac Trader informa che questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo.

Chiudi