Analisi dei principali mercati al 06 aprile 2019

Dopo che la scorsa ottava si era chiuso un primo trimestre con gain che non si vedevano da anni, anche il secondo trimestre dell’anno si è aperto molto bene.

Tutti gli indici che seguiamo che hanno realizzato buoni guadagni e menzioniamo il DAX che ha realizzato la miglior settimana dell’anno portandosi anche lui ad un guadagno in doppia cifra per l’anno in corso. Le news principali che hanno segnato la settimana riguardano i soliti tweet del presidente USA Trump, che ha scritto che non chiuderà il confine meridionale con il Messico dando a questi ultimi un anno di tempo per regolarizzare i controlli sui flussi di ingresso; che ha nominato un nuovo consigliere alla FED non avendo assolutamente nascosto il fatto che nonostante Powell abbia fermato il rialzo dei tassi è in assoluto disaccordo con la FED stessa che è accusata di aver fermato l’economia a stelle e strisce; ed infine l’annuncio dato con il vice premier cinese che gli accordi sui dazi stanno andando molto bene ed a breve si potrà vedere con il suo omologo cinese XI. Sul lato europeo permane la questione Brexit che assume contorni sempre più grotteschi e l’incombere delle elezioni per il rinnovo del parlamento dell’unione.

Ottava positiva per Piazza Affari ( + 2.22% con saldo 2019 a + 18.74%) che disegna una bella candela con volumi appena sotto la media che testa millimetricamente il livello di resistenza senza riuscire a passare.

Segnaliamo che Milano è l’unico dei listini che seguiamo che in questa ottava non ha lasciato aperto alle spalle un gap in apertura. Nonostante qualche dissapore interno alla compagine governativa e le pressioni che il nostro paese subisce dalle istituzioni internazionali, il mercato pare voler proseguire la sua marcia in avanti. Il primo ostacolo è come detto la resistenza in area 21820 punti ed a seguire avremo il livello psicologico dei 22mila punti e la resistenza dei 22200 punti che nella primavera scorsa risultò invalicabile. Per contro adesso i 21500 punti sono un primo livello di supporto e sotto ne troviamo un altro in area 21150 punti. Solo la mancata tenuta di questo supporto potrebbe riportarci a puntare area 20500. Se il pregresso ci insegna qualcosa potremmo ipotizzare che nell’area di mille punti compresa tra i 21200 ed i 22200 punti si potrebbe assistere ad una fase laterale di riassorbimento degli eccesi di ipercomprato. A quel punto si entrerà poi nella stagione dei dividendi che quest’anno risultano interessanti.

Analisi Tecnica FTSE-Mib Settimanale al 06 Aprile 2019

Analisi Tecnica FTSE-Mib Settimanale al 06 Aprile 2019

Come scritto nella introduzione il DAX ( + 4.19% e saldo 2019 a + 13.74%) ha realizzato la migliore performance dell’anno e dopo una apertura di ottava in gap up è salito senza interruzioni, superando e chiudendo sopra il livello di resistenza dei 12mila punti!

A 12104 andrà a chiudere un gap lasciato aperto lo scorso 12 ottobre e se andasse oltre potrebbe puntare direttamente ai 12500 punti. Del resto ci si attendeva una reazione del listino tedesco dopo il PW di Infineon e la multa alla Bayer e dopo le news contrastanti sulla possibile fusione Deutsche Bank /Commerzbank, con quest’ultima ancora sotto i riflettori per possibile interessamento di Unicredit nel caso il matrimonio con DB non si realizzi. Come livelli di supporto abbiamo la rialzista che nella prossima ottava passerà in area 11550 punti circa e più in basso , in area 11450, il supporto statico ad arginare eventuali movimenti al ribasso.

Analisi Tecnica DAX Settimanale al 06 Aprile 2019

Analisi Tecnica DAX Settimanale al 06 Aprile 2019

Positiva la settimana a Wall Street che ha visto un andamento sostanzialmente similare per i tre indici…

con apertura in gap up rimasto aperto ed incrementi nell’ordine del 2% per quanto con volumi che rimangono sotto la media. Il Dow Jones ( + 1.91% e saldo 2019 a + 13.28%) è l’indice che è salito meno questa settimana ma graficamente rimane molto ben impostato per andare a puntare i massimi storici poco sotto i 27mila punti. Supporto statico in area 25375 e rialzista in area 25800 dovrebbero garantire una certa tenuta. Simile il Nasdaq ( + 2.71% e saldo 2019 a + 19.73%) con un tentativo di chiudere il gap di apertura non riuscito per pochissimi punti e un close in prossimità dei massimi. anche qui il massimo storico a 7700 punti sembra alla portata e coincide anche con la rialzista di lungoche al momento funge da resistenza. Candela molto bella quella disegnata dal S&P500 ( + 2.05% e saldo 2019 a + 15.39%) che apre sui minimi ed in gap up lasciato aperto e chiude in prossimità dei massimi, denotando una gran forza ! I massimi storici a 2939 sono nel mirino e anche qui, come sul Nasdaq, la rialzista di lungo passa un filo sopra. Vedremo se nella prossima ottava o in quella successiva i listini USA troveranno nuovi record storici, magari a seguito di news su un completo accordo commerciale con la Cina o chissà con Trump che silura Powell per un preseidente della FED più incline a seguire le sue richieste.

Analisi Tecnica Dow Jones Settimanale al 06 Aprile 2019

Analisi Tecnica Dow Jones Settimanale al 06 Aprile 2019

Analisi Tecnica Nasdaq Settimanale al 06 Aprile 2019

Analisi Tecnica Nasdaq Settimanale al 06 Aprile 2019

Analisi Tecnica S&P500 Settimanale al 06 Aprile 2019

Analisi Tecnica S&P500 Settimanale al 06 Aprile 2019

Buon Trading!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Per legge, Mac Trader informa che questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo.

Chiudi