Analisi dei principali mercati al 04 maggio 2019

Si è conclusa sostanzialmente in parità la settimana sui principali listini.

Volumi in riduzione per le piazze europee a causa della giornata di festa e volumi in aumento in USA su alcune trimestrali positive, su discreti dati occupazione e l’ipotesi di un taglio dei tassi ( che al momento però Powell non prevede) dato che l’inflazione non sale. I numeri però non dicono delle escursioni che vi sono state e che andremo ad analizzare.

Piazza Affari chiude l’ottava appena sopra la parità

( + 0.11% saldo 2019 a + 18.77%) ma sempre sotto alla resistenza dei 21800 punti circa, nonostante si sia spinta anche oltre i 21900 ed essere però anche scesa fino ai 21650 punti. Terza settimana consecutiva di volumi in calo dovuto al periodo con alcune festività infrasettimanali , vedremo se finalmente torneranno a farsi vedere o se la concomitanza del mese dei dividendi e delle elezioni europee a fine mese faranno propendere gli investitori a rimanere alla finestra. Dopo la lunga salita è però fisiologica una fase di consolidamentoed il fatto che questa avvenga con volumi in calo avvalora la tesi che possa essere una fase di congestione prima di una possibile ripartenza. Al momento il supporto in area 21500 pare non subire troppa pressione e i dividendi del 6 e del 13 maggio non sono ancora pesanti in termini di valore; Sarà invece la data del 20 maggio a pesare significativamente sul nostro listino principale e sarà di estrema importanza in quella data riuscire a mantenere il livello dei 21mila/21150 punti. Mantenersi al di sopra dopo quella tornata di stacchi avrebbe un forte impatto e potrebbe portare ad una nuova gamba rialzista. Di contro se dovessero cedere quei supporti allora sarà molto probabile un ritorno in area 20500 da dove si faranno ulteriori valutazioni.

Analisi Tecnica FTSE-Mib Settimanale al 04 maggio 2019

Analisi Tecnica FTSE-Mib Settimanale al 04 maggio 2019

Buona settimana per il DAX ( + 0.79% saldo 2019 + 17.56%) che segna la migliore performance della ottava tra i listini che seguiamo.

Il listino tedesco disegna una bella candela che chiude in prossimità dei massimi e si avvicina al livello di resistenza in area 12500 punti. Vedremo se con il ritorno alla normalità dopo questo periodo di feste anche qui torneranno i volumi o se invece l’attesa per le elezioni lascerà alla finestra gli operatori finanziari. Dovesse il DAX trovare forza e volumi per passare i livelli ravvicinati di 12500 e 12650 poi ci sarebbe spazio per puntare i 12950, se invece dovesse avere bisogno di rifiatare si dovrà guardare al livello di 12100 e poi 11900 come supporto, considerando che in quella zona passa anche una ribassista dai massimi storici a sostenere i corsi. Difficile al momento ipotizzare un ritorno a chiudere il gap in area 11600 punti.

Analisi Tecnica DAX Settimanale al 04 maggio 2019

Analisi Tecnica DAX Settimanale al 04 maggio 2019

Nuovi record storici a Wall Street per Nasdaq e S&P500 mentre il Dow Jones resta poco sotto i livelli record.

Nel complesso in USA si è del tutto recuperato lo scivolone del quarto trimestre del 2018 e se ci si basasse solo su alcuni dati ( maggiore occupazione, utili societari) ci sarebbe da pensare di essere pronti per un nuovo allungo. Di contro però vi è la stagionalità ( sell in May and go away) e sopratutto una diffusa opinione che per dare il via ad una nuova gamba rialzista serva una “sana” correzione da questi livelli. Sappiamo bene che il mercato è fatto per sorprendere e pertanto il fatto che in molti si attendano una correzione potrebbe essere il motivo per il quale il mercato poi decida di andare dalla parte opposta, però graficamente vediamo che effettivamente si è giunti ad un momento cruciale ! Il migliore esempio è il grafico del Dow Jones ( – 0.14% e saldo 2019 + 13.62%) dove è evidente il terzo massimo allineato , pertanto sarebbe molto importante, in ottica rialzista, dare un bel segnale di forza e superare il livello dei 26800 punti con volumi oltre la media. Se invece il DJ dovesse rimanere in laterale ma mantenersi ancora sopra i 26mila punti avrebbe ancora qualche ottava per consolidare visto che la rialzista di lungo periodo è ancora supportiva. Se invece il DJ dovesse perdere i 26mila punti allora sarebbe un attimo chiudere il gap a 25950 e poi andare al test del livello dei 25350/25400.
Graficamente migliore il Nasdaq ( + 0.24% e saldo 2019 a + 23.95%) che già la scorsa ottava si era portato oltre il massimo precedente e che questa settimana ha fatto un pullback sulla precedente resistenza testandola come supporto e poi si è riportato su nuovi massimi con volumi in aumento, lasciando presagire che possa puntare verso gli 8mila punti.
Per lo S&P500 ( + 0.19% e saldo 2019 a + 17.50%) il discorso è una via di mezzo tra i due indici visti in precedenza. Si è portato sopra il massimo precedente ( seppur di poco) e nel corso della ottava aveva perduto la ex resistenza ed è sceso fino ai minimi della candela precedente per trovare supporto, dopodichè però ha reagito e si è portato su nuovi livelli record. Data la reazione positiva è probabile che si vada al test dei 3mila punti.

Analisi Tecnica Dow Jones Settimanale al 04 maggio 2019

Analisi Tecnica Dow Jones Settimanale al 04 maggio 2019

Analisi Tecnica Nasdaq Settimanale al 04 maggio 2019

Analisi Tecnica Nasdaq Settimanale al 04 maggio 2019

Analisi Tecnica S&P500 Settimanale al 04 maggio 2019

Analisi Tecnica S&P500 Settimanale al 04 maggio 2019

Buon trading!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Per legge, Mac Trader informa che questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo.

Chiudi